La Lega Ebraica di Difesa francese elogia Baruch Goldstein


LA LEGA EBRAICA DI DIFESA FRANCESE ELOGIA IL MASSACRO DI PALESTINESI AD OPERA DI BARUCH GOLDSTEIN[1]
2 marzo 2014 (JTA)
La Lega Ebraica di Difesa francese ha pubblicato un elogio funebre di Baruch Goldstein per festeggiare il suo massacro di fedeli palestinesi a Hebron 20 anni fa.
Il gruppo, conosciuto in loco come Ligue de Défense Juive o LDJ, ha postato l’elogio sul suo sito web in occasione dell’anniversario – il 25 febbraio – del massacro durante il quale Goldstein, un medico originario degli Stati Uniti, uccise a fucilate 29 palestinesi mentre stavano pregando nella Grotta dei Patriarchi.
“Baruch Goldstein è un medico israeliano che nel 1994 uccise 25 coloni arabi e ne ferì altri 125. Egli rimase ucciso durante lo scontro e divenne un eroe per molti patrioti israeliani”, recita l’elogio, datato 22 febbraio.
Il testo elenca anche le commemorazioni di Goldstein come “un tributo alla memoria del dr. Baruch Goldstein, il santo, possa Dio vendicare il suo sangue”.
I dirigenti della LDJ sostengono che in Francia il gruppo ha diverse centinaia di membri. Il gruppo aderisce alla dottrina del defunto rabbino Meir Kahane, un nazionalista radicale ebreo-israeliano nato negli Stati Uniti. Kahane venne ucciso a New York City nel 1990 da un cecchino palestinese.
La Lega Ebraica di Difesa di Kahane negli Stati Uniti è considerata una formazione terroristica. Anche Israele ha messo fuorilegge il movimento Kach, fondato da Kahane dopo essersi trasferito in Israele nel 1971.
In Francia, la LDJ non è un’organizzazione illegale, sebbene i suoi membri siano stati coinvolti in scontri violenti, la maggior parte di solito in azioni di vigilanza contro persone da costoro accusate di antisemitismo e di violenza antisemitica.
L’Unione Ebraico-Francese per la Pace, un piccolo gruppo che sostiene il boicottaggio di Israele, ha esortato le associazioni ebraiche francesi a condannare la LDJ per aver glorificato le azioni di Goldstein.
“Le autorità francesi criminalizzano il BDS”, ha scritto l’unione in una dichiarazione del 27 febbraio, in riferimento alla politica repressiva[2] della magistratura francese contro gli attivisti del movimento Boycott, Divestment and Sanctions[3] contro Israele. “Però costoro lasciano fare a questa banda di gangster tutto quello che vogliono e godere dell’impunità nonostante le loro azioni criminali. Perché? Stiamo aspettando una risposta”.
 



[1] Traduzione di Andrea Carancini. Il testo originale è disponibile all’indirizzo: http://www.jta.org/2014/03/02/news-opinion/world/french-jdl-praises-baruch-goldsteins-massacre-of-palestinians
[3] Nota del traduttore: si tratta di un movimento presente anche in Italia: http://www.bdsitalia.org/index.php/campagna-bds