Forbes: un'epidemia di pedopornografia nel Pentagono e tra gli impiegati statali

Lori Handrahan

PER INCASTRARE GLI IMPIEGATI STATALI CHE HANNO LEGAMI CON LA PEDOPORNOGRAFIA CHIAMATE L’IRS[1].
Di Lori Handrahan, Ph.D.[2]
La settimana scorsa, l’IRS[3] ha deciso di dare a Bradley Birkenfeld[4] il suo premio di 104 milioni di dollari per aver aiutato a incastrare la banca UBS[5]. Il senatore Charles Grassley (R[6]-Iowa), e il suo staff sono stati di grande aiuto. Grassley ha giurato di bloccare le nomine pendenti al Dipartimento del Tesoro se il Programma [di ricompensa] Whistleblower[7] dell’IRS[8], di cui ha scritto la legge nel 2006, continuerà ad essere malgestito.
Questa potente voce proveniente dall’Iowa è diventata un faro nella tempesta durante un’amministrazione Obama che ha preso di mira i whistleblower[9] e ha boicottato la trasparenza[10] come mai in precedenza. Anche il Pentagono[11] è stato aspramente criticato dal senatore Grassley per non aver voluto esaminare 1.700 dei 5.200 nominativi di impiegati che avevano acquistato materiale pedopornografico. Il Pentagono ha affermato che “non era una priorità”. Il senatore Grassley e il suo staff l’hanno resa tale[12]. L’indagine chiusa sul consumo largamente diffuso di pedopornografia al Pentagono è stata ora riaperta.
Quella degli impiegati federali coinvolti nell’industria della pedopornografia[13] e della connessa epidemia statale è una crisi nazionale. Io ne ho documentato l’esistenza riguardo a due stati, il Vermont e il Maine[14], in cui risulta l’esistenza di giri – con protezioni statali – di traffico di minori con prove di poliziotti, giudici avvocati, sacerdoti e impiegati statali che si coprono l’uno con l’altro. Questo tipo di sfruttamento crea giri di pedofilia potenti ed estremamente redditizi.
Il denaro guida il crimine. Si calcola che la voglia criminale di molestare un bambino davanti a una webcam possa fruttare 1.000 dollari a notte[15]. A Kittery[16], nel Maine, una retata nel “Danish Health Club” fece scoprire proventi per 6.1 milioni di dollari in “biglietti d’ingresso” in un arco di 5 anni, con le “prostitute” che avevano guadagnato 12 milioni. I guadagni dei papponi non vennero riferiti. Il “portiere” era un poliziotto in pensione la cui moglie lavorava nel retro. Questa retata avvenne per merito di un laborioso agente IRS, Rod Giguere.
Dal 2006, è stata recuperata dal programma Whistleblower dell’IRS una cifra stimata in 1.4 miliardi di dollari[17]; nel 2010 sono stati recuperati 464 milioni, ma solo 48 milioni nel 2011[18]. Metà di tutta la pedopornografia[19] mondiale viene prodotta negli Stati Uniti. Ogni giorno, vengono postate dieci nuove immagini di bambini[20]. Le stime dei profitti globali della pedopornografia variano dai 3 ai 20 miliardi di dollari[21]. Immaginate quello che il programma Whistleblower dell’IRS potrebbe recuperare se venisse concentrato sul traffico di bambini, come fece l’agente Roger Giguere nel Maine.
L’unità del Dipartimento della Giustizia (DOJ) che si occupava dello sfruttamento e delle oscenità sui minori è stata, secondo molti resoconti, totalmente neutralizzata sotto l’Attorney General degli Stati Uniti, Eric Holder. Holder si è persino rifiutato di incriminare un suo vice sorpreso a visionare materiale pedopornografico sui computer del DOJ[22]. L’IRS vuole 4.000 nuovi agenti e un budget di 300 milioni di dollari per realizzare l’ObamaCare[23]. Al contrario, queste risorse dovrebbero essere destinate, interamente, per una unità dell’IRS che si occupi dello sfruttamento e del traffico dei bambini.
Con un tale numero di poliziotti, giudici, sacerdoti, impiegati statali e federali coinvolti in tutta l’America nell’industria della pedopornografia, gli americani dovrebbero poter rivolgersi al programma Whistleblower dell’IRS. Richard Weber, capo della Divisione Criminale[24] dell’IRS a Washington D, C., è un punto di contatto. A quanto pare, all’IRS i bambini abusati stanno a cuore. Questa è una buona notizia, perché all’Attorney General degli Stati Uniti, Eric Holder, non stanno a cuore.
Il traffico dei bambini e la pedopornografia sono in America i crimini dalla crescita più rapida[25]. Con miliardi di dollari riciclati in nero, ha un solido senso economico che l’IRS si concentri sull’industria pedopornografica. Il Dipartimento di Giustizia di Eric Holder[26] ha dimostrato che costoro non hanno nessun interesse a incriminare i pedofili[27], nemmeno i propri. All’IRS dovrebbero essere fornite risorse sostanziose per compensare il vergognoso fallimento del DOJ. I contribuenti americani, per non parlare dei bambini americani, ne sarebbero enormemente ripagati.
Forse, il senatore Grassley leverà la sua potente voce a sostegno.
 
Lori Handrahan, Ph.D., è un professore dell’American University[28] School of International Service e si occupa delle implicazioni sulla sicurezza, nazionali e internazionali, dell’industria pedopornografica americana. Può essere contattata all’indirizzo: andraha@american.edu

Il Pentagono
 

[1] Traduzione di Andrea Carancini. Il testo originale è disponibile all’indirizzo: http://www.forbes.com/sites/85broads/2012/09/19/to-catch-government-workers-with-ties-to-child-porn-call-the-irs/

[2] Nota del traduttore: il PhD (Philosophiae doctor) è la laurea di terzo grado, il dottorato.
[3] Nota del traduttore: acronimo che sta per Internal Revenue Service: il fisco.


[6] Nota del traduttore: repubblicano.
[7] Nota del traduttore: il Whistleblower è colui che rivela pubblicamente attività illegali.