Università di Tulkarm, Palestina: impiccato il burattino dell'emiro del Qatar


 
Da Fabio Falchi (via Facebook) ricevo e pubblico:
Il tradimento di Hamas. La causa palestinese tradita ancora una volta dalla classe dirigente palestinese. Ma non solo dalla classe dirigente. Un popolo, in qualche misura, si merita la propria classe dirigente. Vale per noi italiani e vale pure per i palestinesi. Gli studenti dell'Università di Tulkarm lo hanno compreso e non lo accettano. E'un buon segno. 
IMPICCATO IL BURATTINO DELL’EMIRO DEL QATAR, HAMAS CERCA IL COLPEVOLE.
In occasione della giornata della terra, un gruppo di studenti dell’università tecnica di Tulkarm, nella Palestina occupata, hanno organizzato una manifestazione di contestazione contro l’emiro del Qatar, il suo tradimento alle cause arabe e la sua piena alleanza con Israele.
Durante la manifestazione gli studenti hanno realizzato un burattino che rappresenta l’emiro del Qatar, simulando una scena ambientata in un tribunale, che lo condanna a morte, impiccandolo davanti alla folla, con il grido “morte ai traditori”.
La scena ha scatenato la rabbia tr
a i dirigenti di Hamas, che ora sono alla ricerca del colpevole per soddisfare la richiesta dell’emiro di consegnarli alla giustizia.
Fonte: https://www.facebook.com/Tg24Siria
FINE DEL COMUNICATO DI TG24SIRIA
Su Hamas, vedi anche:
Siria/Ribelli anti-Assad addestrati da ala militare di Hamas
http://www.ilmondo.it/esteri/2013-04-05/siria-ribelli-anti-assad-addestrati-ala-militare-hamas_230227.shtml  
Il video dell’impiccagione. Le didascalie recitano (traduzione):
“Hai dimenticato, Mishael[1], chi ha distrutto l’Iraq?
Hai dimenticato, Mishael, chi ha ucciso i bambini libici?
Hai dimenticato chi ha stuprato le libere donne siriane?
Proprio di recente, molto di recente, la Siria stava lavorando a sostegno della resistenza, Mishael.
E forse in futuro Obama sarà il solo a sostenere la resistenza, Mishael.
Hai venduto te stesso e il tuo popolo per pochi dollari?
Oh Mishael, e i tuoi seguaci: il fine non giustifica i mezzi.
Oh Mishael, il Qatar non sarà la nostra “direzione” alternativa alla Qibla[2].
Niente gloria per il diavolo nei paesi arabi autentici.

 


[1] Si riferiscono al capo dell’ufficio politico di Hamas, Khaled Meshaal. Vedi al riguardo l’articolo Hamas si sfila dall’asse della Resistenza: http://temi.repubblica.it/limes/hamas-si-sfila-dallasse-della-resistenza/31819?printpage=undefined