giovedì 8 gennaio 2009

Il più grande quotidiano marocchino parla di Faurisson

Il più grande quotidiano marocchino in lingua araba ha pubblicato, il 6 Gennaio scorso, in prima pagina un lungo articolo sulle persecuzioni di cui è stato, ed è ancora, vittima il professor Faurisson, persecuzioni organizzate e imposte, dalla Israel Lobby e da Israele, in Francia.

"Oggi, Faurisson, Garaudy, Dieudonné e altri pensatori e artisti francesi sono in Francia su una lista di persone odiate e accusate di mettere in dubbio la credenza della gente in una nuova religione che si chiama "l'Olocausto". Dopo l'aggressione sanguinaria contro di lui [perpetrata nel 1989] - che gli fece colare il sangue e gli ruppe i denti, a causa delle sue opinioni - e fino ad oggi, il professor Faurisson resta una delle teste pensanti che più disturbano Israele, quell'Israele che sta in questi giorni perpetrando un grande olocausto contro i palestinesi di Gaza...Israele ci proibisce di credere a questo olocausto e, nello stesso tempo, esige che tutto il mondo creda - senza discutere - all'olocausto della seconda guerra mondiale. La sorte di quelli che si rifiutano [di credere] sarà quella di ritrovarsi in prigione o di vedersi rompere i denti".

Link dell'articolo: http://74.53.192.83/?artid=17761 .
Link del quotidiano "Almassae": http://www.almassae.press.ma/ .

Nessun commento: